+39 0645481025 - +39 3248081778 | Contattaci

Via Roberto Malatesta 22, Roma (lun-ven 9.00-13 / 15.30-19.30 - sab 9.30-13

Tu sei qui

Ausili per la deambulazione: Quale scegliere?

Ausili per la deambulazione: Quale scegliere? 

Un lungo periodo di degenza, l’età che avanza o il verificarsi di un infortunio possono mettere a rischio la nostra capacità di muoverci in modo sicuro poggiando sulle nostre gambe. 

A tale insicurezza può rispondere efficacemente la tecnologia assistiva del deambulatore, un saldo supporto frontale in grado di sorreggere anziani e persone con disabilità sia nel mantenere la posizione eretta che nel deambulare in casa o all’esterno. 

Il deambulatore può essere impiegato per brevi periodi, ad esempio a seguito di un intervento chirurgico e come supporto alla fase di riabilitazione, o adottato a lungo termine nel caso di anziani il cui incedere si faccia meno sicuro con l’avanzare dell’età. 

Come scegliere un ausilio per la deambulazione? 

Come già affermato nella nostra guida alla scelta degli ausili, la selezione di una qualsiasi tecnologia assistiva, deve mirare al ripristino di una generale condizione di benessere ed autonomia, e non al recupero di una singola azione.

La scelta del deambulatore deve dunque considerare sia l’ambiente d’uso che le caratteristiche fisiche e le capacità motorie del suo destinatario, considerandone le abilità a livello generale ed includendo quindi la capacità di prendere, sollevare e gestire autonomamente lo strumento. 

Quali tipologie di ausili per la deambulazione? 

Gli ausili per la deambulazione che offrono un supporto frontale si dividono in due categorie principali, a seconda dell’ambiente nel quale verranno utilizzati. Se infatti per la deambulazione all’interno delle mura domestiche è opportuno scegliere un deambulatore, la scelta di un supporto per muoversi in autonomia all’esterno prevede il ricorso ad un rollator.

I rollators, o deambulatori da esterno, sono supporti più sofisticati e pensati per rispondere a tutte le esigenze di mobilità che possono insorgere all’esterno: muoversi in sicurezza, fermarsi, sostare o farsi trasportare comodamente seduti, trasportare oggetti. 

Tra i due le differenze sono sostanziali, se infatti i primi si distinguono per leggerezza e maneggevolezza, i secondi si caratterizzano per una maggiore stabilità del telaio e per la predisposizione di ruote in grado di affrontare ogni asperità del terreno. 

I deambulatori

Con o senza ruote:

Il livello di autonomia motoria del paziente ci guida nella scelta di un deambulatore fisso o con ruote, che a loro volta possono essere fisse o piroettanti. 

Le ruote, che possono essere due o quattro, implicano, quanto più sono libere nella rotazione, una maggiore sicurezza nel controllo e nel movimento, da parte del destinatario del deambulatore. 

Quale appoggio: 

Un altro fondamentale aspetto nella selezione del deambulatore è dato dalla valutazione della capacità di sostegno della parte alta del corpo del paziente. 

Il deambulatore può infatti prevedere un appoggio con semplice manopola imbottita da regolare all’altezza del fianco o essere dotato di sostegno sottoascellare o antibranchiale, con caratteristiche opzionali quali l’inserimento di un tavolo imbottito in sede di appoggio, di un sedile imbottito o di barre di appesantimento. 

- Fisso o oscillante:
La struttura del deambulatore può prevedere un’oscillazione alternata in grado di favorire l’incedere. Si tratta di una soluzione in grado di favorire la camminata fornendo un appoggio più saldo rispetto al deambulatore dotato solo di ruote. 

- Pieghevoli o smontabili, in acciaio o alluminio anodizzato:

Deambulatore pieghevole

Il poco spazio a disposizione all’interno delle mura domestiche o la necessità di riporlo facilmente nel bagagliaio determinano spesso la necessità di una struttura pieghevole, in grado di garantire il minimo ingombro quando non in uso.

La scelta del materiale tra il più leggero alluminio ed il mio robusto acciaio è poi invece determinata dallo stile d’uso e dalle caratteristiche fisiche del destinatario finale. 

- Con o senza seduta

Lo stile di utilizzo della tecnologia assistiva suggerisce di per sé se è utile prevedere la presenza di una seduta imbottita che consenta, azionato un idoneo sistema di stazionamento, di prevedere dei momenti di riposo durante l’utilizzo del deambulatore. 

I rollators o deambulatori da esterno

- Con due, tre o quattro ruote

Come per i deambulatori destinati all’utilizzo indoor la scelta di un ausilio dotato di ruote implica, con l’aumentare del numero delle stesse, una maggiore agilità e sicurezza nel movimento. Un rollator a due ruote è quindi più idoneo ad un incedere a piccoli passi, mentre una struttura a tre o quattro agevola maggiormente un movimento più sostenuto.

I modelli a tre ruote si caratterizzano per una grande maneggevolezza e per un più ridotto raggio di sterzata. Tra i loro svantaggi vi è però l’impossibilità di prevedere una seduta e l’adattarsi più difficilmente alle esigenze di chi possiede una corporatura robusta o un’altezza importante. 

Le quattro ruote rappresentano la tipologia di rollator più completa per regolazioni, comfort ed optional applicabili. 

- Quale appoggio:

In modo paritetico ai deambulatori ad interno è opportuno valutare le capacità di sostegno della parte superiore del corpo in fase di movimento per comprendere il tipo di appoggio che più è idoneo selezionare.

Per i rollators le opzioni prevedono impugnature anatomiche regolabili all’altezza del fianco o appoggi antibrachiali. 

- Quale sistema di frenata:

Un aspetto fondamentale nella scelta del rollators è costituito dalla selezione di un idoneo sistema di frenata.

Un misura di sicurezza indispensabile e da valutare con grande attenzione in base alle caratteristiche morfologiche del terreno su cui verrà impiegato.

I rollator possono essere dotati di freni a doppia funzione sulle ruote posteriori e di ruote anteriori piroettanti o fisse. 

- Con funzione di trasporto:

Un ulteriore aspetto da valutare con cura in base allo stile d’uso è l’opportunità di selezionare un deambulatori dotato di seduta e pedane, che preveda la possibilità di essere usato anche in modalità carrozzina per il trasporto dell’anziano o del disabile da parte di operatori e famigliari. 

- Quali optional:

L’ultimo step nella selezione del rollators deve tener conto degli optional a disposizione dei diversi modelli. I rollators possono ad esempio essere dotati di borsa, vassoio, cestello, portabastone e catarifrangenti sulla forca delle ruote frontali.

Ancora è possibile prevedere cinturini fermapiedi per i modelli con pedane, maniglie imbottite, schienali e sedute imbottite per il massimo confort. 

La Ortopedia Malatesta vi offre un’ampia scelta di ausili per la deambulazione che sono in grado di rispondere a tutte le tipologie qui trattate, rispondendo quindi con specificità ad ogni esigenza di deambulazione assistita. 

La Ortopedia Malatesta si trova a via Roberto Malatesta 22 Roma nel cuore del quartiere Prenestino-Labicano.